Continua la guerra alle donne da parte del governo vigente

Oggi 10 maggio, il Parlamento Europeo ha votato a favore per quanto riguarda l’adesione dell’Unione Europea alla ratifica della Convenzione di Istanbul, l’unica che ha dei poteri a livello giuridico per prevenire, difendere e condannare la violenza nei confronti delle donne e delle bambine. Durante l’assemblea sono state tenute due diverse votazioni (la prima sulle istituzioni e la pubblica amministrazione dell’UE, la seconda inerente alla cooperazione giudiziaria in materia penale, all’asilo e al non respingimento) alle quali sia Fratelli d’Italia che la Lega hanno deciso di astenersi, mentre le eurodeputate leghiste Ceccardi e Basso si sono dette del tutto contro l’ultima. Continua dunque a essere evidente che per il governo vigente l’attenzione nei riguardi delle donne viene messa in campo solo quando l’obiettivo ultimo è quello di controllare le loro scelte e i loro corpi.

Queste decisioni, proprio come il divieto alla somministrazione gratuita della pillola anticoncezionale, non ci sorprendono ma anzi confermano la guerra che l’attuale governo sta mettendo in atto verso le donne e i loro diritti. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto